• Admin

Alessandro, un Veneto sul tetto del mondo!


Un nostro conterraneo e' partito per una grande avventura sul tetto del mondo!

Alessandro Barin dopo essere stato uno dei pionieri Veneti a Suzhou ora si e' lanciato in una nuova grande avventura.

Ieri abbiamo scambiato qualche parola sul suo viaggio e gli ho raccomandato di piantare la bandiera di San Marco al suo arrivo.

Queste le sue parole sul suo programma del suo viaggio:

Si parte da Kathmandu dopo un paio di giorni visitando la capitale, l'aereo porta da Kathmandu a Lukla ( tra le piste più pericolose al mondo ) a 2800 metri Da Lukla si inizia il trekking all'interno della valle del khumbu, (la valle dell'Everest) e inizia l'acclimatamento prima di attaccare le cime obiettivo della spedizione. L'avvicinamento alla prima cima dura circa 7gg e si passa da 2800 metri a 5000 ( campo base dell'Island Peak). La valle e' lunga ma ci sono parecchi punti di appoggio in quanto metà dei trekkers vengono un po' da tutto il mondo. Durante l'avvicinamento si segue il principio climb high, sleep low e a giornate alterne si fanno salite acclimantanti, 3 nel nostro caso. La prima vera salita e' sull'Island peak a 6189 metri, salita medio livello tecnico e considerata una vetta adatta per la preparazione all'everest. Poi si torna a 5000 e si fa subito un'altra salita su roccia fino a 5800 metri, il pokalde. Dopodiché ci si avvicina al campo base dell'everest e si ci si prepara alla salita di un altro 6000. il lobuche east. Completate queste salite si inizia la ritirata verso Lukla ( 3 giorni) La spedizione dura circa 26 gg Personalmente va a chiudere in bellezza il 2017, un anno di molteplici scalate e mette le basi per il 2018, dove andrò ad affrontare salite alpine classiche in Europa, e spero una spedizione nel Sichuan entro fine anno!

#viaggi

99 visualizzazioni

GET IN TOUCH

We'd love to hear from you

OUR SPONSOR

1/24

2019 by Veneti di Cina